Category Archives: Pasqua

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-evid

La pastiera napoletana

La pastiera napoletana è un dolce tipico pasquale, come dice il nome stesso è di origine partonepea ed è apprezzato da molti e riprodotto in moltissime case napoletane (e non solo). La sua storia è legata alla leggenda della sirena Partenope che ricevette dal popolo di Napoli, come ringraziamento per i melodiosi canti, 7 doni:

  1. la farina, simbolo di ricchezza;
  2. la ricotta, simbolo di abbondanza;
  3. le uova, simbolo di riproduzione;
  4. il grano cotto nel latte, simbolo della fusione del regno animale e di quello vegetale;
  5. i fiori d’arancio, profumo della terra campana;
  6. le spezie, omaggio di tutti i popoli;
  7. lo zucchero per acclamare la dolcezza del canto della sirena.

Partenope apprezzò i doni e li mescolò fra loro creando, senza volerlo, il dolce che oggi conosciamo e che ha acquisito il valore della pace e, tradizionalmente, viene preparato il Giovedì Santo per poi consumarlo il giorno di Pasqua. 
La preparazione, per chi è alle prime armi, potrà risultare un po’ complessa, tuttavia è sempre una grande soddisfazione portare in tavola questo meraviglioso dolce e la ricetta varia da famiglia a famiglia in quanto c’è chi mette i canditi, chi la cannella, chi la crema pasticcera. La mia famiglia, nel corso degli anni, ha trovato la versione più consona secondo il proprio gusto.
N.B. La ricetta prevede 3 ingredienti importanti e basilari che, ormai, si trovano facilmente nei più grandi supermercati: il grano cotto, l’essenza di fior d’arancio e l’essenza di millefiori.
Ingredienti per la pasta frolla:

  • 300 gr. Di farina;
  • 150 gr. Di zucchero;
  • 150 gr. Di burro;
  • 2 uova.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-1

Ecco tutti i passaggi per eseguire la mia ricetta della pastiera napoletana:

Disporre la farina a fontana con al centro le uova, lo zucchero, ed i pezzettini di burro intorno. Impastare facendo attenzione a non rompere la “diga” e formare una palla e farla riposare in frigo, coperta da un canovaccio pulito, per almeno un’ora.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-2-3-4

Ingredienti per il ripieno:

  • 580 g. di grano cotto per pastiera;
  • 250 gr di latte;
  • un cucchiaio di zucchero;
  • 1 fiala di fior d’arancio;
  • 1 fiala di millefiori;
  • 700 gr. di ricotta;
  • 350 gr di latte;
  • 7 uova;
  • 600 gr. di zucchero;
  • 2 bustine di vanillina (o stecca di vaniglia);

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-5

Il grano cotto andrà setacciato con un passaverdure (passaggio facoltativo)

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-6
ed unito ai 250 gr. di latte ed al cucchiaio di zucchero, metà delle 2 essenze e fare bollire per 10 minuti.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-8

Lasciare raffreddare.

Lavorare nel mixer o nella planetaria (o con le fruste elettriche) la rimanenza delle 2 essenze, la ricotta, i 350 gr. di latte, le uova, i 600 gr. di zucchero e le bustine di vanillina al fine di ottenere una crema liquida.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-9
Unire le 2 parti del ripieno (il composto di grano e la crema di ricotta) ed amalgamare il tutto.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-10
Recuperare la pasta frolla dal frigo, stenderla sulla spianatoia e ricavarne un disco sottile e le striscioline di decorazione.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-12-13
Depositare il disco di pasta frolla su una teglia imburrata ed infarinata facendolo aderire per bene. Bucherellare il disco di pasta frolla con una forchetta per evitare che si gonfi, durante la cottura.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-11-14-15
Riempire la teglia con il ripieno, ritarliare il bordo in eccesso, disporre le striscioline di pasta frolla ed infornare a 180° C (forno già a temperatura) per circa 1′ora.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-16
Controllare costantemente il colorito della pastiera che sarà pronta quando la superficie del dolce sarà medio scuro. E’ possibile adottare il metodo dello “stecchino”: infilzare il dolce (senza tirarlo fuori dal forno) con uno stecchino ed estrarlo, se rimane ascitto, la pastiera è pronta.

a-come-alice-la-pastiera-napoletana-17
La pastiera napoletana va fatta raffreddare in forno per evitare che si sgonfi e servita il giorno di Pasqua, volendo, con una spolverata di zucchero a velo. Conservare in frigorifero. E’ possibile creare anche delle mini porzioni, utilizzando degli stampi più piccoli.
Buona pastiera!

——————–

kit-da-stampare-gratis-pasqua

Set di Pasqua da stampare gratis

Avete preparato tutto per Pasqua? il menù, la casa… è tutto perfetto. Vi manca un bel kit come questo, da stampare con la vostra stampante di casa e ritagliare, dove potete trovare tutto ciò che vi occorre per creare inviti, coppette, etichette, porta cupcake…

Vi piace? lo abbiamo scelto per i colori pastello tenui che ricordano la primavera… buon lavoro!

 

kit-da-stampare-gratis-pasqua

 

SCARICA IL TUO KIT

CLICCA QUI

Credits:  doityourselfparty

 

pasqua-creativa-con-i-bambini

Pasqua con i bambini

Pasqua con i bambini è sinonimo di uova colorate e coniglietti che sbucano da tutte le parti: sia sui loro disegni che dai cartoni animati. Anche se è una festività Santa, per loro che sono piccini, possiamo creare un ambiente piacevole con piccoli dettagli come questi. Guardate un po’!

pasqua-idee-per-i-bambiniBasta un pizzico di fantasia non trovate? Inviti, card, cannucce che si trasformano in bacchette da regalare ai bambini per inventare mille giochi divertenti…

idee-per-i-bambini-a-pasquaRiciclare alcuni barattoli di vetro delle conserve, moda che dall’America arriva sempre più prorompente fin da noi e riempirli di limonata fresca con cannucce colorate, preparare insieme a loro bellissimi biscotti a forma di coniglietto e gustosi Marshmallow ai quali dare, con poca acqua la forma buffa di simpatici conigli!

Altre idee per Pasqua?

Centrotavola: idee da copiare a Pasqua

La tavola di Pasqua: idee per allestirla

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua

Dolcetti di Pasqua: idee e ispirazioni

Menù anticrisi: il pranzo completo di Pasqua

menù-anticrisi-per-pasqua-pranzo-completo-per-risparmiare

Menù anticrisi per il pranzo di Pasqua

Con i tempi che corrono, ci sembra giusto dare il nostro piccolo contributo, fornendo qualche suggerimento per portare in tavola un menù anticrisi per il pranzo di Pasqua, dall’impatto economico sicuramente ridotto rispetto ad un pranzo tradizionale.

Chi vuole ovviamente potrà apportare variazioni, aggiungere piccoli tocchi personali come olive, capperi, funghi secchi e pinoli per rendere il menù un po’ più ricco… ma siamo sicuri che troverete più che adatti questi abbinamenti e che la nostra proposta vi soddisferà, perchè studiata apposta per farvi fare bella figura e consentirvi di risparmiare un pochino sulla spesa.

Menù di Pasqua anticrisi: dall’antipasto al dolce

menù-anticrisi-per-pasqua-pranzo-completo-per-risparmiare

Antipasti:

Insalata di finocchio, arancia e cipollotto:

L’insalatina che vi proponiamo è tanto bella da vedere quanto deliziosa da gustare…Suvvia siamo certi, ne avrete sentito parlare sicuramente. I grandi frequentatori di ristoranti di alta classe la trovano spesso anche se il nome cambia in qualcosa di simile a “Composta di arance e finocchietto“! In realtà si tratta di un piatto molto semplice ed economico ma così buono per il gusto delicato e contrastante che si sprigiona sul palato che gli chef amano proporla nei loro locali.

Ingredienti: Per quattro persone: quattro finocchi, due cipollotti, tre arance, glassa di aceto balsamico, olio extravergine, pepe, sale.

Come si prepara: Il segreto di questa insalata è tutto nel taglio del finocchio e del cipollotto. Ci vuole un pochino di pazienza, dobbiamo munirci di un pelapatate e dopo aver tolto la parte esterna e più dura del finocchio, incominciamo a passarlo tutto con l’attrezzo, in maniera tale che risulti davvero molto sottile, come un’insalatina leggera. Stessa cosa facciamo al cipollotto, al quale avremo cura di togliere la parte verde e quella finale e anche qui, tutta la parte esterna. Terminate queste fastidiose operazioni, sbucciamo le arance e tagliamole a pezzetti sottili lasciando che il succo si raccolga dentro ad una ciotolina. Quindi versare tutto dentro a bicchieri monoporzione oppure all’insalatiera di servizio e mescolare bene i tre ingredienti in maniera tale che si mescolino bene. Condire solo al momento di servire con una macinata di pepe, sale q.b., olio extra vergine di oliva e glassa di aceto balsamico. Se volete accompagnate con crostini passati in forno.

Focaccine passate in padella, farcite con lardo aromatizzato:

Queste focaccine sono davvero buonissime e appetitose! Sono facilissime da preparare, veloci e adatte ad essere farcite come si desidera! In questa ricetta noi abbiamo scelto di prepararle salate ma si basano su un impasto che può essere dolce o salato. Lo zucchero o il sale in superficie ne fanno una vera delizia e sono irresistibili accompagnate dai salumi. Chi vuole all’impasto aggiungerà le spezie come rosmarino e peperoncino oppure menta essiccata profumatissima ma senza esagerare perché c’è il rischio che l’impasto risulti amaro.

ingredienti: 550 gr di farina 00 - 1 bicchiere di latte intero –  1 uovo  -  1 bustina di lievito istantaneo (utilizzate quello speciale per le torte salate) - poca acqua tiepida solo per impastare - olio per friggere.

Procedimento: Fate una fontana con la farina poi mettete dentro l’uovo e il latte e impastate, aggiungere quindi il lievito, impastare ancora con acqua. Stendere l’impasto e creare le focaccine ritagliando tanti cerchi con una forma rotonda. Dentro ad una padella scaldate l’olio e friggete fino a quando son dorate. Scolatele su carta assorbente.

Farcitura: Ingredienti: 150 g di lardo - 2 rametti di rosmarino - 2 spicchi d’aglio - olio extravergine di oliva - sale (in alternativa, se non piace, fate una crema con formaggio spalmabile e un mix di aromi tagliati a mezzaluna)

Dentro ad una ciotola lavorate il lardo tagliato a tocchetti con il rosmarino spezzettato e l’aglio tritato. Farcite ogni focaccina tagliata a metà e scaldata poco prima di servire nel forno in maniera tale che rimanga fragrante mentre in contrasto con il ripieno.

Primo:

Lasagne alla ricotta:

Un primo piatto gustoso e originale molto delicato il cui ingrediente fondamentale è la ricotta che deve essere davvero molto fresca e se vogliamo che sia gustosa sarebbe preferibile che fosse di pecora o di bufala.

Ingredienti:  500 gr Olio extra vergine di oliva – una macinata di pepe - poca acqua calda q.b. -  500 ml di farina OO – noce moscata – 50 g di burro – 40 grammi di sale – parmigiano reggiano – 150 g di pecorino grattugiato – timo fresco .

Preparazione: incominciamo dalla besciamella un mix con burro e farina e aggiungerci il latte, poi mescolare fino a quando non sarà completamente addensata e senza grumi. Mescolare bene e aggiungere la noce moscata e i formaggi grattugiati, quindi mescolate per sciogliere l’insieme. A parte in una ciotola capiente, incorporare alla ricotta l’olio e l’acqua (ne bastano un paio di cucchiai) sbattere con una frusta elettrica fino a quando i due composti non risultano composti ed omogenei quindi salare.

Prendete una pirofila e iniziate adagiando sul fondo un pò di olio e besciamella, poi si appoggiate le lasagne precedentemente scottate in acqua bollente e cosparse con uno strato generoso di crema di ricotta e besciamella. Condire quindi con noce moscata, pepe e timo e finite alternando strato su strato le lasagne, le creme e la besciamella fino a quando avrete terminato tutti gli ingredienti.

Scaldate il forno a 150 °C e infornate per un’ora. Quando le lasagne saranno dorate, sfornatele, lasciatele riposare un quarto d’ora e servite!

Secondo:

Arrosto di tacchino al latte con contorno di patate:

Delizioso e tenero, il tacchino preparato in questo modo è davvero insolito e lascerà i vostri ospiti a bocca aperta. Saranno sorpresi di gustare un arrosto diverso dal solito, più leggero e dal gusto decisamente generoso.

Ingredienti: fesa di tacchino (regolatevi in base al numero degli invitati) - 2 bicchieri di latte intero - olio extravergine di oliva - 1 scalogno - 1 carota – 2 rametti di rosmarino – sale q.b.

Preparazione: Per prima cosa, procedete legando la carne come siete soliti fare con l’arrosto e infilate nello spago i rametti di rosmarino. Se non vi piace effettuare questa operazione, chiedete al macellaio di fiducia di farla per voi. Prendete quindi una teglia e mettete a soffriggere lo scalogno quindi appoggiate la carne ad insaporire qualche minuto, rosolandola in tutti i lati. Salate.

Tagliate a questo punto una carota a piccoli cubi e distribuirla sul fondo aggiungere un bicchiere di latte e coprire. Quando il latte si sarà asciugato, aggiungerne altro e consumarlo poco per volta dell’altro poco per volta facendolo asciugare dalla cottura della carne, tutto quanto. Finito di cuocere il tacchino, dovrà rimanere morbido, lasciarlo raffreddare, togliere lo spago e tagliare a fette, quindi bagnare ogni fetta con il fondo di cottura. Scaldare a bagnomaria prima di servire perché sia tiepido. Servire con un contorno di patate croccanti al forno.

Dolce:

Cheesecake al limone:

Fresco, cremoso, il contrasto tra il sapore dolce della crema di formaggio e la gelatina al limone ha un sapore decisamente coinvolgente. A fine pasto è rinfrescante e piacevole…Vedrete, ne rimarrete conquistati.

Ingredienti: 200 gr di biscotti al burro – 400 gr di philadelphia – 100 gr di burro – 150 gr di zucchero a velo - 125 gr di yogurt al limone – 1 limone bio – 250 gr di panna fresca da montare –  8 gr di gelatina in fogli.

Ingredienti per la gelatina al limone100 gr di zucchero –  2 cucchiai di maizena – 200 ml di acqua – 1 limone bio

Preparazione: Nel mixer frullate i biscotti frollini insieme al burro ammorbidito e posizionate questo composto aiutandovi con un cucchiaio, sul fondo di una tortiera rotonda con chiusura a cerniera. Mettete in frigo e lasciate riposare. Mettete ora i fogli di gelatina nell’acqua fredda e strizzateli, poi fateli sciogliere dentro ad un pentolino sul fuoco con un cucchiaio di latte. Lavorate a crema dentro ad una ciotola capiente, il formaggio e lo zucchero, poi aggiungete yogurt, la scorza grattugiata ed il succo di limone, sbattete con il mixer e incorporate la gelatina sciolta quindi mescolate ancora.Montate a neve ben ferma, dentro ad una ciotola a parte, la panna montata e incorporatela al precedente composto. Amalgamate con un cucchiaio di legno e e versate il tutto sullo stampo tolto dal frigo con il fondo di biscotti. Livellate e ponete in frigo per almeno due ore.

Preparare la gelatina per la guarnizione della superficie. Ponete dentro ad un pentolino lo zucchero e la maizena con la buccia grattugiata di limone molto finemente e mescolare bene.Aggiungere l’acqua e il succo di limone, mescolare e portare ad ebollizione e far cuocere almeno 5 minuti fino a quando si addensa se volete aggiungete colorante giallo. Quando è perfettamente raffreddata, spalmare la cremina su tutta la superficie del dolce.Rimettere quindi il cheesecake nel frigorifero per un’ora quindi rimuoverlo delicatamente dallo stampo a cerniera e disporlo su un piatto da portata, oppure un’alzatina e guarnirlo con degli spicchietti di limone fresco.

 Buona Pasqua a tutti di cuore dallo Staff di Alice!

Cerchi altre idee per Pasqua?

Centrotavola: idee da copiare a Pasqua

La tavola di Pasqua: idee per allestirla

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua

Dolcetti di Pasqua: idee e ispirazioni

eb8970412dcf27fd782bcf82ad78f791

Idee per dolci di Pasqua

A Pasqua deliziamo il palato con qualche dolcissimo peccato che, siamo sicuri, avremo tutto il tempo di smaltire dopo le feste. Tanto si dice sempre così, no? E allora ecco tante dolcissime idee tutte da copiare per fare bella figura davanti ai vostri ospiti.

eb8970412dcf27fd782bcf82ad78f791

La torta? Semplice pan di spagna farcito con la crema che volete, su Alice trovate tante ricette nella Scuola di Pasticceria, sia per preparare un sofficissimo pan di spagna che per una farcia deliziosa! Sempre di pan di spagna sono i coniglietti ricoperti di confettini colorati e naturalmente “appiccicati” alla torta con tanta dolcissima panna montata.

dolcetti-idee-per-pasquaLa Charlotte floreale è un’idea davvero speciale e di cui abbiamo già parlato. Potete stupire gli ospiti portando in tavola un centrotavola e poi stupirli sciogliendo il fiocco e scoprendo un dolcissimo tortino che lascerà tutti a bocca aperta.

I biscotti decorati sono vere e proprie opere d’arte…Ma con un po’ di pazienza e abilità potete riuscire anche voi a realizzarli. Le idee le trovate sfogliando la nostra scuola di pasticceria, sezione Cake design.

E ancora perché non servire deliziosi Muffin con una generosa farcitura di crema al burro, riccioli di cioccolato fondente e ovetti colorati? Naturalmente anche questi deliziosi dolcetti potete preparli voi con la ricetta dei Cupcake di Alice.

dolcetti-di-pasqua-idee-e-ispirazioniQuesti biscotti pasquali invece sono molto semplici, la forma con il taglia biscotti a uovo può farla anche un bambino e rivestirli con la ghiaccia reale dai tenui colori pastello, sarà facilissimo se i dettagli, come becco e ali, avremo cura di ritagliarli nel marzapane. Potete fare voi marzapane e ghiaccia reale se volete e su Alice trovate entrambe le ricette.

I Muffin si tuffano nel cioccolato… anzi nella ganache di cioccolato. Qualche fiorellino di marzapane, un ovetto al cioccolato e il dolcetto è servito!

Ancora biscotti, ancora semplicità. Anche qui forme semplici e glassatura colorata con alcuni pois bianchi da realizzare con la penna che vendono apposta anche al supermercato. Non ditelo alle Cake Designer perché potrebbero sorridere… noi ci accontentiamo, pur di fare prima.

Cerchi altre idee?

Centrotavola: idee da copiare a Pasqua

La tavola di Pasqua: idee per allestirla

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua

decorare-la-casa-a-pasqua-idee

Come decorare la casa a Pasqua

Il tempo è sempre poco e dedicarci alla decorazione della casa, soprattutto in tempi come questi, è sempre più difficile ma a volte basta poco per rendere l’ambiente che ci circonda più piacevole e confortevole. Ecco qualche suggerimento che, siamo certi, troverete di vostro gradimento per allestire le vostre abitazioni, traendo qualche piacevole spunto:

decorare-la-casa-a-pasquaEbbene si! Oltreoceano ci dicono, per esempio che a Pasqua si può fare anche l’alberello… certo è meno suggestivo di quello natalizio ma se abbiamo bambini in casa, sicuramente si divertiranno moltissimo sia ad allestirlo che a vederlo!

Alla porta oppure appeso ad una parete, bellissimo è il cestino rivestito di muschio e colmo di uova colorate con fiori freschi o finti e che importanza ha? Fà tutto il grande fiocco d’organza posizionato non a caso e dello stesso colore delle corolle dei fiori.

Gabbiette piene di fiori appese alla rampicante, vera? finta? che importanza ha? è così bella questa decorazione, che non ci si sofferma sui dettagli, si guarda l’insieme e si rimane semplicemente senza parole.

decorare-la-casa-a-pasqua-ideeBulbi, bulbi e ancora bulbi, fioriti e profumatissimi, dentro a zuppiere e porta candele, vecchi utensili da cucina che tornano utili e decorativi oggetti di giardinaggio, non può che essere piacevole vedere un pizzico di primavera almeno nelle nostre case.

Una vecchia cornice, incornicia un pezzo di…Prato e le uova colorate insieme alle farfalle, ricordano alla primavera che forse è quasi ora di fermarsi e disfare la valigia! Per chi ha voglia di cimentarsi con i lavoretti manuali, questo è quello che fa per lui!

Una bella ghirlanda con i fiocchi, ecco quello che ci vuole! Un bel fiore a concludere il lavoro e poi appendiamo tutto alla porta d’ingresso e diamo il benvenuto agli ospiti con l’allegria di un pezzo della nostra creatività. Davvero carina!

Cercate altre idee?

Centrotavola: idee da copiare a Pasqua

La tavola di Pasqua: idee per allestirla

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua

centrotavola-idee-da-copiare-a-pasqua

Idee per il centrotavola di Pasqua

Non avete idee per il centrotavola di Pasqua? Prendete spunto dai nostri suggerimenti originali e creativi, con pochi elementi risolverete il problema.

Senza tirare fuori il solito vaso di fiori, possiamo fare di più:

centrotavola-idee-da-copiare-a-pasqua

In senso orario:

- Nel porta uova non mettiamo le solite uova alla coque: i gusci tonalizzati con colorante alimentare e poi rotti sapientemente, possono diventare bellissimi vasetti, degni di un design.

- Il runner e i nidi d’uccello con le uova tonalizzate azzurre pronte da sgusciare sono semplicemente originali e fanno tanto Pasqua d’Oltreoceano!

- Vasetti piccoli piccoli da riempire con tanti fiorellini freschi raccolti dalla passeggiata di prima mattina e dalle uova, che non possono mancare…se no che Pasqua sarebbe?

- Idea riciclo? Tanti fogli di giornale avvolti su se stessi e abbelliti dal pizzo che ricorda la campagna in stile retrò. Rivestiranno vasi veri pieni di terra e bulbi primaverili che con i loro fiori abbelliranno a centro tavola la nostra Pasqua.

pasquaDue idee molto semplici potrebbero essere quelle di realizzare un centrotavola utilizzando le uova sode “al naturale” come decorazione tutto intorno ad un vaso di fiori recisi freschi. Il contrasto è molto elegante. Se invece cerchiamo qualcosa che non invada troppo la tavola perchè magari abbiamo poco spazio, utilizzando delle candele a forma di uova (si trovano al discount o anche nei negozi “tutto a un euro”) possiamo trasformarle in un centrotavola molto chic, abbinandole a dei fiorellini di campo, il tutto armoniosamente sistemato all’interno di un piattino colorato.

E se non ne avete abbastanza, ecco altre idee:

La tavola di Pasqua: idee per allestirla

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua.

idee-per-la-tavola-di-pasqua1

Come allestire la tavola di Pasqua

Come allestire la tavola di Pasqua? prendendo ispirazione da Oltreoceano, dove sono veri e propri maghi nell’arte del ricevere. Sbirciate l’articolo, siamo sicuri che troverete l’idea giusta anche voi per decorare la vostra tavola con stile. Avete già dato un’ occhiata al dettagliato articolo con tante idee, addobbi e galateo, vero? allora prendete carta e penna e segnate i particolari che vi hanno maggiormente colpito di queste splendide immagini. Copiare certi capolavori forse è impossibile, ma ci si può ispirare per trovare un’idea originale, tutta nostra, partendo da un semplice oggetto, un minuscolo dettaglio che la vostra immaginazione ha catturato. In questo modo la vostra tavola di Pasqua sarà ancora più bella e personale.

idee-per-la-tavola-di-pasqua

L’immagine con cui abbiamo aperto l’articolo mostra con semplicità ogni elemento indispensabile per una buona riuscita di un allestimento Pasquale davvero eccellente: ci sono i runner in contrasto con il colore tenue del servizio di piatti. E poi le grandi protagoniste della Pasqua, le uova che decorano oltre ad essere ottime anche come alimento, soprattutto se abbiamo bambini che le consumeranno molto volentieri durante il pasto. Naturalmente non mancano i fiori: freschi e recisi, fanno primavera, portano allegria e gioia di vivere.

idee-per-allestire-la-tavola-a-pasqua1) L’altalena in giardino, è davvero bellissima… peccato che piove e c’è brutto tempo praticamente dappertutto, lo sappiamo. Però è originale e per chi ha una veranda e magari la possibilità di applicare l’idea sotto ad un gazebo, noi la vogliamo mostrare… un po’ rustica e in perfetto stile shabby chic!

2) E chi ha detto che a Pasqua si è in tanti? magari c’è anche chi la festeggerà da solo con il partner, una specie di San Valentino pasquale… quindi fra cuori e uova alla coque ecco i suggerimenti visivi per una tavola tête-à-tête!

3) Che bello il celeste pastello… a noi piace tanto, ci sembra di tornare bambini. Se anche a voi piace, non avete che da scegliere i piatti in tinta e un vaso-centrotavola che richiami la stessa tonalità, poi cuocere le uova sode e posarle sui piatti da antipasto. Enfant terrible

4) Cosa ne pensate dei nidi d’uccello con i bulbi fioriti? a noi non dispiacciono per niente, purchè siano finti. In molti negozi di oggettistica per la casa si trovano e non costano neppure molto. Le uova numerate come segnaposto? originalissime

come-allestire-la-tavola-a-pasqua

5) Ci sembra giusto utilizzare anche il bianco. E’ Pasqua, la colomba, le uova, la Santità e mettiamoci pure i confetti racchiusi in grandi vasi trasparenti da posizionare a centrotavola. Rigoroso ma non troppo, data la presenza dei fiori nei gusci rotti, saggiamente adagiati nei piatti. Ottima scelta per chi si ispira a questo allestimento

6) Vogliamo mettere la delizia per gli occhi dei commensali, nel vedere in veranda un simile allestimento su un mobiletto retro chic? Certo fa tanto bruch in piedi e non pranzo Pasquale all’italiana, ma serve anche questo per ispirarci, no?

7) Ci sono i bambini? allora non possiamo che scegliere un allestimento festoso e colorato come questo, con uova colorate che escono dai piatti, dai bicchieri, appese insieme ai fiori e ai conigli dal lampadario, ammesso che abbiate un lampadario sopra al tavolo della cucina. E’ vero che fa tanto party di compleanno di Bugs Bunny… ma siamo a Pasqua e ai bambini piacerà sicuramente

8) Per ultimo torniamo al classico, ai fiori, al bianco e alla tanto ed elegante semplicità che ci piace, ata magri da un trionfo di porcellane semplici e di buon gusto. Pochi semplici dettagli che fanno la differenza e che rendono unica la nostra tavola e che ci fanno sentire davvero a casa.

Buona Pasqua!

Pasqua 2013

Idee, addobbi e galateo per la tavola di Pasqua

Insieme alla primavera, si sa, arriva la Pasqua. Proprio per questo motivo, a differenza della tavola natalizia, la tavola pasquale si presta all’utilizzo di colori pastello e di fiori rigorosamente freschi.
I materiali utilizzati in questa occasione richiamano la campagna, quindi andranno benissimo il lino oppure il cotone stampato con colori non troppo vivaci. Un tovagliato floreale sarà perfetto, purché la stampa dei fiori non sia troppo piccola.
Pur avendo un carattere semplice, la nostra tavola dovrà sfoggiare una certa eleganza, che sarà esaltata grazie a tre elementi fondamentali: la brocca dell’acqua, in vetro o argento, i sottopiatti in vetro o in ceramica che rimandino allo stesso stile di piatti e bicchieri e il piattino del pane che solitamente è in argento. Se non avete il piattino del pane andrà benissimo un piatto elegante con all’interno un tovagliolo di lino.
Ricordiamo che il pane va portato in tavola insieme agli antipasti e va ritirato insieme ai condimenti (olio, sale, aceto).

 

 

piatto del pane
il piatto del pane va portato in tavola con gli antipasti

 

 

Attenzione a non mischiare gli stili: se scegliete di utilizzare piatti con decorazioni in oro oppure bicchieri in cristallo a stelo, l’uso di posate colorate stonerebbe nell’insieme.
Il tovagliolo andrà messo a sinistra del piatto, proprio sotto al piattino del pane. I bicchieri del vino e dell’acqua vanno in alto a destra, mentre le posate vanno in questo ordine: coltello e cucchiaio a destra e forchetta a sinistra (la forchetta non va appoggiata sul tovagliolo).
Un’idea molto apprezzata è quella di creare una sorta di porta tovagliolo con alcuni fiori freschi. Nella foto che vi proponiamo sono state scelte delle margherite, per una tavola poco formale, magari per un pranzo all’aperto o in una casa di campagna.

 

 

Pasqua 2013
i fiori vanno scelti rigorosamente freschi

Se invece preferite dare un taglio un po’ più scherzoso, magari per la presenza di bambini, potrebbe essere carino piegare il tovagliolo a forma di coniglietto, oppure trasformare un uovo sodo in coniglietto con un tovagliolo di carta verde e un nastrino colorato, utilizzandolo come segnaposto.

 

 

 

PicMonkey Collage

 

Se volete, potete dare un occhiata a questo link, dove trovate le istruzioni passo-passo per piegare un tovagliolo a forma di coniglietto. Davvero carino!

 

Nel caso di un tavolo rettangolare, è buona norma cercare di mantenere qualche piccolo accorgimento per la sistemazione degli ospiti: ai padroni di casa spettano i due posti a capotavola, mentre i due ospiti più importanti del pranzo siederanno alla loro destra.
Se possibile non mettete le coppie vicine e cercate di far sedere accanto le persone che ancora non si conoscono.
Per quanto riguarda la decorazione della tavola, l’impronta da scegliere deve essere netta: essenziale o elaborata. L’essenzialità ad esempio può essere data da due candelabri in argento oppure in un centrotavola sempre d’argento con all’interno alcune uova colorate. Se preferite stupire con una tavola più elaborata, potete allestire un centrotavola ricavato da un ramo secco inserito in una brocca elegante o un vaso d’argento, al quale appenderete allegre uova pasquali legate con dei nastrini insieme ai bigliettini di auguri.

 

 

tavolaramo1

 

 

Vi diamo un consiglio: nel caso in cui scegliate di apparecchiare “all’inglese” come nella foto che segue, cioè senza tovaglia ma solo con un runner al centro sul quale metterete centrotavola e brocche, il vostro tavolo dovrà essere di un bel legno curato, perché su un altro materiale rischiereste di fare troppo rumore durante lo spostamento dei piatti. Inoltre il legno, proprio per il suo colore tendente allo scuro, si presta meglio ad ospitare una tavola apparecchiata senza tovaglia. In caso abbiate un tavolo di cristallo che non volete coprire, scegliete dei sottopiatti in una stoffa elegante e abbastanza spessa per attutire i rumori.

 

 

tavola apparecchiata all'inglese
tavola apparecchiata all’inglese

 

Buona Pasqua a tutti!

 

la-bacchetta-di-pasqua-lavoretti-con-i-bambini

La bacchetta magica di Pasqua

Nelle vacanze pasquali, avrete modo di trascorrere qualche ora di tranquillità con i vostri figli, magari costruendo la bacchetta magica di Pasqua. Se vi piace la manualità e la creatività in generale, potete sfruttare alcune ore rubate al relax, per creare qualcosa di originale che diventi anche un gioco carino con il quale i bambini possano allenare le loro capacità creative.

la-bacchetta-di-pasqua-lavoretti-con-i-bambini

Materiale occorrente:

- Bacchetta di legno, attenzione in presenza di bambini troppo piccoli! Piuttosto rivestitela in fondo con un’ imbottitura
- Nastro di vari colori
- Pannolenci di vari colori
- Cartoncino spesso
- Pistola per la colla a caldo oppure Vinavil tessuti
- Forbici

Procedimento:

Dal cartoncino disegnate la sagoma di un uovo piuttosto grosso e ritagliate poi prendete il pannolenci di colore bianco e utilizzando la sagoma del cartoncino, ricavate due “uova” e incollate una delle parti bianche sulla sagoma del cartoncino stesso, esercitando una certa pressione.

Prendete la bacchetta di legno e fissatela con la colla sul cartoncino grezzo e dopo aver abbondantemente ricoperto con la colla, posizionare la seconda sagoma di pannolenci bianca.

Ancora con il pannolenci di colore bianco ricavate un disegno con le forbici che ricordi la spaccatura dell’uovo dal quale esce il pulcino e incollatene solamente il bordo inferiore alla base dell’uovo in maniera tale che rimanga come una specie di tasca.

Ora sopra al pannolenci colorato, disegnate con un pennarello oppure una penna speciale per tessuti, se ne avete, le uova  e i fiorellini con le foglie per decorare: noi abbiamo sistemat tre uova colorate che fuoriescono dalla tasca e un fiorellino a sei petali con due foglioline sul guscio rotto. Voi usate la fantasia e quella dei vostri bambini e mettetene quanti volete.

Terminate con due bei fiocchi di colore contrastante legati e fermati con la colla alla base dell’uovo et voila… la vostra bacchetta è pronta per inventare nuovi giochi di Pasqua.

L’idea in più: Se preferite, potete lasciare la tasca vuota o farne una ancora più ampia da riempire con tanti ovetti di cioccolata e regalarla ai piccoli ospiti che passeranno a trovarvi in questi giorni. Auguri a tutti!